previous arrow
next arrow
Slider

 

Progetto18marzo è una piccola azienda individuale trentina, nata nel 2015.
Si occupa di illustrazione, grafica, lavori in carta e materiali riciclati,
realizzando principalmente biglietti a mano e lavori su commissione.

Carta, elementi naturali e materiali di recupero, selezionati con cura,
sono alla base di ogni progetto e dell’etica lavorativa seguita sin dall’inizio.
La produzione è quasi totalmente eseguita a mano,
in uno studio a pochi chilometri da Trento,
in piccole quantità limitate e sempre diverse fra loro.

Laboratori e corsi formativi, incentrati sul riciclo e sul lavoro manuale,
fanno parte delle proposte lavorative di progetto18marzo.
Organizzati in negozi, musei o spazi adatti a ospitare attività manuali,
possono essere richiesti anche privatamente,
accordandosi su temi, modalità e orari.

 

 

 

 

 

AVVISO

In questo particolare periodo,
consegne e attività di laboratorio sono sospese:
riprenderanno non appena possibile,
con l’augurio che questo possa avvenire quanto prima.

Lorenza

 

 

L’unico modo per fare un buon lavoro
è amare quello che fai.

Steve Jobs

 

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva